Archive for June, 2008

Sistemi Audiofobici Burp: video e foto di Miccia (2008)

L'immagine “http://www.autistici.org/2000-maniax/video/sistemi%20audiofobici%20burp/audiofobia4.jpg” non può essere visualizzata poiché contiene degli errori.
WJM in the mix – foto: Miccia (2008)

In questa pagina potete trovare delle foto e dei video della serata dei Sistemi Audiofobici Burp all’Ulisse bar, a Firenze nel parco di San Salvi. Nei video compaiono anche le proiezioni di Zio Jo.

foto e video: Miccia (2008)

[DIR] Parent Directory                             -   
[IMG] audiofobia1.jpg         30-Jun-2008 13:44  1.1M  
[IMG] audiofobia2.jpg         30-Jun-2008 13:44  559K  
[IMG] audiofobia3.jpg         30-Jun-2008 13:43  2.1M  
[IMG] audiofobia4.jpg         30-Jun-2008 13:42  836K  
[IMG] audiofobia5.jpg         30-Jun-2008 13:41  1.4M  
[VID] burp maggio 2008_1.avi  30-Jun-2008 13:06   24M  
[VID] burp maggio 2008_2.avi  30-Jun-2008 12:49  102M  

Your friendly neighborhood…

THX 1138 

No Comments

THE PUBLIC ENEMY (NEMICO PUBBLICO) di W. A. Wellman @ arena estiva CPA (FI) 30 giu 2008


The Public Enemy movie poster

Le Officine Cinematografiche presentano:

Nemico Pubblico (The Public Enemy), un film di William A. Wellman con James Cagney (versione italiana)

proiezione cinematografica 16mm (NO VIDEO!!!) a cura di Jo La Face

ingresso 2 € per coprire le spese di noleggio e spedizione delle pellicole 16mm 

lunedi 30 giugno Arena Estiva CPA FI Sud (cinema all’aperto) via Villamagna 27/a (nel giardino sul retro del cippi) – bus: 3, 8, 23, 31, 32, 33 

ad ogni film è associata una scheda critica e un piatto a tema entrambi a cura di Alessio aka Il Poeta aka Potiomkin

THX 


fonte: http://it.wikipedia.org/wiki/Nemico_pubblico_%28film_1931%29 

Nemico pubblico è un film del 1931, diretto dal regista William A. Wellman. Assieme a Piccolo Cesare e Scarface è considerato uno dei tre film di gangster chiave del genere, soprattutto per la fondamentale partecipazione di James Cagney nei panni del progonista.

Nemico pubblico

Titolo originale:     The public Enemy
Paese:     Stati Uniti
Anno:     1931
Durata:     83′
Colore:     B/N
Audio:     sonoro
Genere:     azione / poliziesco / drammatico
Regia:     William A. Wellman
Soggetto:     John Bright, Kubec Glasmon
Sceneggiatura:     Harvey F. Thew
Produttore:     Darryl F. Zanuck
Interpreti e personaggi

    * James Cagney
    * Edward Woods
    * Jean Harlow
    * Joan Blondell
    * Beryl Mercer
    * Donald Cook
    * Mae Clarke

Fotografia:     Devereaux Jennings
Montaggio:     Edward M. McDermott
Musiche:     David Mendoza

trailer 

No Comments

“Fratello Kraus” di Antonio Rezza

Geniale omaggio al Cinema Espressionista Tedesco realizzato in video da Antonio Rezza, io mi sono scompisciato a vederlo, ma non credo che la gentaglia capisca l’umorismo di questo genio nostrano. E’ un personaggio che può risultare sgradevole all’italiano medio, a me piace da morire.

Buona visione!

info dal sito http://www.rezzamastrella.com/

Fratello Kraus
1990
REGIA: Antonio Rezza
con: A. Rezza, Gruber Rezza, Titto Rezza
Trama:
Un uomo predica, due lo ascoltano, un altro finge di morire di freddo
Set: Nettuno

No Comments

PICCOLO CESARE – scheda critica

Scheda critica per PICCOLO CESARE scritta da Alessio a.k.a. "Il Poeta" a.k.a. Potiomkin

clicca per ingrandire 

schede critiche

flyer officine

No Comments

Errata Corrige programma 2008 arena estiva Officine Cinematografiche @ CPA (FI)

***ERRATA CORRIGE***

Chiedo venia ma avevo sbagliato a scrivere:

il 7 luglio verrà proiettato Odio Implacabile (di Edward Dmytryk – USA 1937 b/n 86′) e NON Bassa Marea (di Fritz Lang – USA 1950 b/n 88′)
THX 


Programma rassegna Estate Calda… Piombo Fuso – 23 giugno / 28 luglio 2008

23 giugno – Piccolo CesareMervyn LeRoy – USA 1930 b/n 79′

30 giugno – Nemico PubblicoWilliam A. Wellman – USA 1931 b/n 83′

7 luglio – Odio ImplacabileEdward Dmytryk – USA 1937 b/n 86′

14 luglio – Bassa MareaFritz Lang – USA 1950 b/n 88′

21 luglio – Il Commissario Maigret – Jean Delannoy – Francia/Italia 1958 b/n 119′

28 luglio – Frank Costello Faccia D’AngeloJean-Pierre Melville – Francia/Italia 1967 colore 107′


bonus immagine:


santino di Ian Curtis 
(clicca per ingrandì) 
immagine scansionata da una fotocopia (THX 1138 – 2000)

No Comments

PICCOLO CESARE di Mervyn LeRoy @ CPA (FI) 23 giu 2008

Le Officine Cinematografiche presentano:

Estate Calda… Piombo Fuso – rassegna Cinematografica sui generi Noir, Giallo e Gangster Movies  CPA Firenze Sud Arena Estiva Cinema all’aperto dal 23 giugno al 28 luglio

tutti i film della rassegna saranno proiettati dallo Zio Jo in pellicola 16mm.

Ingresso 2 € per coprire le spese di noleggio e spedizione delle pellicole cinematografiche.
Bar a prezzi popolari – Special Drinks & cocktaiks

Ad ogni film sono abbinati un piatto a tema e una scheda critica a cura di Alessio aka "Il Poeta" aka Potionkin

http://www.youtube.com/watch?v=IM_c2N_oNJk

programma rassegna Estate Calda… Piombo Fuso

23 giugno – Piccolo CesareMervyn LeRoy USA 1930 b/n 79′

30 giugno – Nemico PubblicoWilliam A. Wellman USA 1931 b/n 83′

7 luglio – Odio Implacabile –  Edward Dmytryk – USA 1937 b/n 86′

14 luglio – Bassa MareaFritz Lang USA 1950 b/n 88′

21 luglio – Il Commissario Maigret – Jean Delannoy Francia/Italia 1958 b/n 119′

28 luglio – Frank Costello Faccia D’AngeloJean-Pierre Melville Francia/Italia 1967 colore 107′

dopodichè buone vacanze a tutti!

Il vostro amichevole vicino… THX 1138  


Piccolo Cesare info: 

http://en.wikipedia.org/wiki/Little_Caesar_%28film%29 – articolo su wikipedia (in english)

fonte: http://it.wikipedia.org/wiki/Piccolo_Cesare 

Piccolo Cesare

Titolo originale:     Little Caesar
Paese:     USA
Anno:     1930
Durata:     79′
Colore:     B/N
Audio:     sonoro
Genere:     drammatico
Regia:     Mervyn LeRoy
Soggetto:     dal romanzo di W.R. Burnett
Sceneggiatura:     Francis Edward Faragoh, Robert N. Lee, Robert Lord
Interpreti e personaggi

    * Edward G. Robinson: Caesar Enrico Bandello, detto "Rico"
    * Douglas Fairbanks Jr.: Joe Massara
    * Glenda Farrell: Olga
    * Stanley Fields: Sam Vettori

Fotografia:     Tony Gaudio
Montaggio:     Ray Curtiss
Musiche:     Erno Rapee

Piccolo Cesare è un film del 1930 diretto da Mervyn LeRoy, con Edward G. Robinson.

Nel 2000 è stato scelto per la preservazione nel National Film Registry della Biblioteca del Congresso degli Stati Uniti

Collegamenti esterni [modifica]

No Comments

I TRE GIORNI DEL CONDOR + ESTATE CALDA… PIOMBO FUSO posters

poster dalle Officine:


graphix: Jo La Face


clicca sulle immagini per ingrandire 

xxx 

No Comments

Burp + Officine Cinematografiche party – report

Delirio sonoro totale (audiofobia)

Ieri notte all’ Ulisse Bar nel parco di San Salvi a Firenze i Sistemi Audiofobici Burp e le Officine Cinematografiche hanno dato un party: in console Mat Pogo  (al lettore cd), DJ Jimmy (ai giradischi e laptop) THX 1138 (ai giradischi) WJM (ai lettori cd e missaggio generale). Come promesso Zio Jo è arrivato alle una di notte con due proiettori super8 ed ha proiettato una valanga di film e cartoni fra cui una puntata della serie anime “Atlas Ufo Robot” di Go Nagai (in
bianco e nero), “Il mostro (della laguna) è fra noi” di jack Arnold, un cartone de “La Pantera Rosa”,
un film di Stanlio e Ollio che non sono riuscito a identificare, “Dr. Cyclops”, “Man Made Monster” con Lon Chaney Jr. (il figlio di Lon Chaney) e un
loop di pellicola super8 con dellle macchie blu semoventi come delle
sgorature di colore sulla pellicola (Jo dice che sono dei graffi, ma
sembrava una cosa dipinta) che ha girato ininterrottamente per più di due ore. Lo schermo era composto da due proiezioni affiancate: il loop astratto (sul lato sinistro) e i vari film che si alternavano (sul lato destro).

Abbiamo suonato principalmente funk breaks, soul, rock, rhythm and blues, electro e anche qualcosa di più sperimentale il tutto molto miscelato e condito con scratch e campionamenti.

Prossimamente saranno caricate su questo blog delle foto e dei video della serata dei Sistemi Audiofobici Burp (foto e video di Miccia)

Un saluto alla crew di Ulisse Bar: Simona, Chiara, Aldo, Cristina

No Comments

I TRE GIORNI DEL CONDOR di S. Pollack @ arena estiva CPA (FI) 16 giugno 2008

Omaggio a Sydney Pollack (RIP)

Lunedì 16 gugno 2008 all’Arena Estiva del CPA Firenze Sud in via Villamagna 27/a zona Gavinana le Officine Cinematografiche saranno liete di presentare il film di Sydney Pollack "I TRE GIORNI DEL CONDOR" (1975); proiezione in pellicola 16 millimetri, versione italiana!!! Ingresso 2 € per le spese di spedizione e noleggio della pellicola 16mm. Bar a prezzi popolari: cocktails e special drinks a cura di Sara Bibbitone e Alessio Potiomkin. In caso di pioggia il film sarà proiettato nella sala cinema al  secondo piano del Centro Popolare Firenze Sud.

Qualche settimana fa quando Jo mi ha detto che poteva procurare la pizza in 16 mm di "Three days of the Condor" (questo il titolo originale del film) sono entrato subito in fibrillazione… Lo Zio Jo ieri mi ha detto che la spedizione del film è stata confermata e la pizza era in arrivo oggi (con mia grande gioia perchè è un film che difficilmente si vede nei cinema, personalmente l’ho sempre visto in tivvù ed è sempre stato uno dei miei film preferiti).

Cito le parole testuali di Jo "THX, l’ho portato per te "I tre giorni del Condor!!!" ovviamente l’ho ringraziato moltissimo (GRANDE JO!!!) dopo il concerto all’Ulisse di ieri sera di SIGNS OF HOPE (dagli USA) lo zio ha deciso di venire anche domani sera (giovedì 12) a proiettare delle pellicole super8 preparate (graffiate, immerse nella candeggina eccetera) da lui medesimo alla serata  dei SISTEMI AUDIOFOBICI BURP organizzata da Burp Enterprise (vedi post precedente su questo blog). Dalle ore 1.00 Xperimental Happening con proiezioni e audiofobie varie!!!

fonte: http://it.wikipedia.org/wiki/I_tre_giorni_del_Condor

Image:Three Days of the Condor poster.JPG

I tre giorni del Condor

Titolo originale:     Three Days of the Condor
Paese:     USA
Anno:     1975
Durata:     117 min.
Colore:     colore
Audio:     sonoro
Genere:     spionaggio, thriller
Regia:     Sydney Pollack
Soggetto:     James Grady
Sceneggiatura:     Lorenzo Semple Jr
Produttore:     Stanley Schneider
Interpreti e personaggi

    * Robert Redford: Joseph Turner/Condor
    * Faye Dunaway: Kathy Hale
    * Cliff Robertson: Higgins
    * Max Von Sydow: Joubert
    * Addison Powell: Leonard Atwood
    * Walter McGinn: Sam Barber
    * Michael Kane: S.W. Wicks

Doppiatori originali:
Doppiatori italiani:

    * Cesare Barbetti: Robert Redford
    * Vittoria Febbi: Faye Dunaway
    * Pino Locchi: Cliff Robertson
    * Giuseppe Rinaldi: Max Von Sydow
    * Giorgio Piazza: John Houseman

Fotografia:     Owen Roizman
Montaggio:     Don Giudice
Musiche:     Dave Grusin
Scenografia:     Stephen B. Grimes   
Premi: * David di Donatello speciale alla regia (1976): Sydney Pollack

I tre giorni del Condor è un film americano del 1975. È stato prodotto da Stanley Schneider e diretto da Sydney Pollack. La sceneggiatura è di Lorenzo Semple Jr ed è l’adattamento dal romanzo I sei giorni del Condor di James Grady

Indice

[nascondi]

Trama [modifica]

Joe Turner (Robert Redford) è un impiegato della CIA[1]
che lavora per una piccola sezione, sotto la copertura di un Istituro
di Ricerche Storiche non meglio definito, a New York. Il suo lavoro
consiste nel leggere libri, giornali e riviste da tutto il mondo, in
cerca di elementi sospetti. Un giorno Turner invia un rapporto al
quartier generale della CIA su un romanzetto passato dal suo ufficio,
del quale sottolinea la strana trama e l’inconsueta serie di lingue in
cui è stato tradotto (in arabo ed olandese, per esempio, ma non in
francese).

Il film ha inizio il giorno in cui Turner attende la risposta al suo
rapporto. Mentre è in una tavola calda per acquistare il pranzo per
tutti i colleghi, un gruppo di uomini armati, guidati da un killer
alsaziano più avanti identificato come Joubert (Max von Sydow), elimina tutti i presenti nell’ufficio.

Turner rientra, capisce di essere in grave pericolo, esce
precipitosamente dall’ufficio (non senza prima aver recuperato una
pistola in dotazione ad una collega) e chiama da una cabina telefonica
pubblica il numero di emergenza della CIA. Trasmette il suo nome in
codice, Condor, e viene messo in contatto con Higgins (Cliff Robertson),
un superiore. Higgins, che al momento non è coinvolto nella
cospirazione, suggerisce a Turner di mantenere la calma perché gli
manderanno l’agente Wicks (Michael Kane) a "prelevarlo".

Wicks porta con sé un vecchio amico di Turner, Sam (Sam Barber),
per metterlo a suo agio. Ma Wicks fa in realtà parte del complotto e
cerca di ucciderlo sparandogli, e lo manca. Turner risponde al fuoco di
Wicks e fortunosamente (non è un tiratore) lo colpisce, ma Wicks, un
istante prima di crollare, spara ed uccide a sangue freddo Sam; Turner
fugge per salvarsi.[2]
Intuendo che non può fidarsi di nessuno all’interno della CIA, Turner
richiama Higgins e comincia a giocare al "gatto col topo".

Turner decide di sciogliere il mistero sul massacro per conto suo.
Avendo bisogno di un luogo sicuro per nascondersi, obbliga una donna
incontrata per caso, Kathy Hale (Faye Dunaway), a portarlo nel suo appartamento, dove la tratterrà prigioniera mentre cerca di capire che cosa sta succedendo.

In breve tempo Hale si convince della sua buona fede e finisce col
credergli; la pistola non serve più, e i due finiscono a letto (la
scena fece scalpore all’epoca per i contenuti sessuali espliciti). Hale
lo aiuterà persino nel sequestro-lampo di Higgins, al fine di ottenere
informazioni.

Nel tentativo, riuscito, di salvare la moglie di Sam, Turner
incontra, faccia a faccia, il killer Joubert, ma riesce ancora a
salvarsi. Joubert tuttavia rileva il numero di targa dell’auto di Hale,
con la quale Turner si è recato a casa del povero Sam, e manda
nell’appartamento ove si rifugia il fuggiasco un killer travestito da
postino: lotta all’ultimo sangue ma Turner ha la meglio ed il falso
postino defunge, colpito da un proiettile della pistola di Turner.

Sfruttando la sua passata esperienza come tecnico dei telefoni,
Turner riesce a comunicare con Higgins senza che la CIA riesca ad
individuare il telefono da dove sta chiamando, ma soprattutto riesce a
rintracciare Joubert e incomincia a capire che una struttura parallela
all’interno della CIA sta conducendo operazioni illegali, naturalmente top secret.
Turner finalmente riesce a scoprire che Joubert, un killer
indipendente, è stato ingaggiato dai cospiratori per eliminare gli
impiegati dell’ufficio di New York ove lui lavorava, perché con il suo
rapporto era incappato in un piano segreto per invadere il Medio Oriente in caso di crisi del petrolio.
Turner, che nel frattempo ha dovuto separarsi da Hale per proseguire da
solo la sua indagine, risale fino alla mente che aveva concepito il
piano e lo raggiunge a casa sua, a Washington, ma poco dopo arriva
anche Joubert. A sorpresa, il killer elimina il suo stesso mandante,
perché ora il contratto è cambiato: Joubert lavora per la CIA
ufficiale. Joubert ora si mostra amichevole verso Turner – per quanto
possibile – e lo avvisa che, per la sua sicurezza, meglio sarebbe
trasferirsi in Europa. Ma Turner non può accettare il consiglio, perché
– risponde – è nato negli Stati Uniti e soffre quando se ne allontana.
Prima di andarsene, Joubert lo mette in guardia ammonendolo che è
ancora un bersaglio.

Turner ritorna quindi a New York e incontra Higgins su una strada
affollata. Quando quest’ultimo lo invita a fare due passi, Turner si
accorge di un’auto che li segue da vicino e ricordandosi del monito di
Joubert non cade nella trappola. Higgins gli ricorda che non potrà
sfuggire per sempre. Turner risponde di aver raccontato "una storia"
alla stampa (in quel momento si trovano davanti agli uffici del New York Times),
ma Higgins, mostratosi sorpreso ed arrabbiato per l’iniziativa inattesa
di Turner, replica «Chi ti dice che la stamperanno?». Turner risponde,
sia pure mostrando stupore e dubbio, «Lo faranno» e si allontana tra la
folla. «Puoi andartene in giro, ma per quanto tempo ancora, se non la
stamperanno?» ribatte Higgins urlandogli dietro.

Commento [modifica]

Il film appartiene al genere dello spionaggio ed è ambientato nella New York dell’epoca (metà degli anni settanta).
Si discosta tuttavia dal puro e semplice genere spionistico, poiché
pone interrogativi di tipo più politico. Al centro della vicenda
narrata resta infatti la possibilità che i servizi segreti, o una parte
di essi, sfuggano ad ogni controllo e agiscano secondo finalità e con
mezzi non corretti o comunque approvati.

Il film ebbe un grande successo, non solo perché magistralmente
confezionato da Sidney Pollack e interpretato da due attori che
all’epoca erano sulla cresta dell’onda, ma anche perché fu realizzato
in un periodo in cui nell’opinione pubblica americana e occidentale in
genere dominava un sentimento di perplessità nei confronti della
politica estera degli USA e delle possibili manipolazioni
dell’informazione da parte del potere politico. Non va dimenticato
infatti che il film uscì nel 1975, in un periodo di grande disillusione
degli americani, che proprio in quell’anno assistevano alla umiliante
uscita di scena degli USA dalla guerra del Vietnam e che solo pochi anni prima avevano vissuto il terremoto politico conseguente allo scandalo Watergate.

I tre giorni del condor è considerato come uno dei migliori film del genere cospirativo e thriller. Ha ottenuto la nomination dall’Academy Award per il montaggio, agli Oscar del 1976

Note [modifica]

  1. ^ Central Intelligence Agency, l’Ente ststunitense preposto alle attività di spionaggio e controspionaggio
  2. ^
    Wicks, ricoverato in ospedale per la ferita del proiettile sparato da
    Turner, verrà poi ucciso da Joubert nello stesso ospedale per
    impedirgli di parlare

Collegamenti esterni [modifica]


estratti del film su youtube:

http://it.youtube.com/results?search_query=three+days+of+the+condor 

colonna sonora (tema del film):

Il vostro amichevole vicino…THX 1138 

No Comments

Sistemi Audiofobici Burp + Officine Cinematografiche @ Ulisse Barnum (FI) 12.06.2008

Giovedì 12 giugno @ Ulisse Bar via San Salvi all’ interno del parco

Burp Enterprise e Officine cinematografiche presentano

Sistemi Audiofobici Burp DJset / Dancehall

verranno serviti deliziosi vinili funk, soul, rock, jazz e molto altro ancora…

in console: WJ Meatball (Funky Psychosonic Sound  FXs), Jimmy G (Super Heavy Funk & Soul Vinyls), Mat Pogo (Black Tronix Caustic CDJs), THX 1138 (Funkatron Vinyl Maniax Sound FXs)

All the Fly Girls the B-Girls & the B-Boys are welcome!!!

inizio delle danze: ore 22.00

proiezioni super8 cartoni a sorpresa dalle ore 1.00 di notte a cura dello Zio Jo

ingresso libero

Anne-Marie Deschott & Moana Pozzi images by THX 1138

link:

http://www.burpenenterprise.com

http://www.burpenterprise.com/comix

No Comments